LA SICUREZZA DI GIANLUCA CALÌ NON VENGA TRASCURATA


Dopo la trasmissione di Nemo e la partecipazione al  25° vertice antimafia di Gianluca Calì si verificano di nuovo fatti strani ed inquietanti contro di lui come quello avvenuto nei suoi uffici di Palermo.

L'imprenditore Calì non può essere lasciato solo e chi deve provvedere alla sua sicurezza provveda. 
In caso contrario se dovesse succedergli qualcosa ne sarà responsabile.

Cali non sei solo... Per fortuna, e noi saremo al tuo fianco.

F.to Fondazione Caponnetto

Commenti